fbpx

Come smettere di tradurre dall'italiano

Come smettere di tradurre dall'italiano

Condividi su Facebook Twitter LinkedIn Telegram Whatsapp Email

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Adesso parlo fluentemente inglese, ma ricordo che all’inizio del mio viaggio dell’apprendimento di questa lingua era davvero difficile smettere di tradurre dall’italiano all’inglese.

Era davvero molto difficoltoso e devo dire anche fastidioso perché l’ordine delle parole è del tutto diverso, noi italiani siamo più lunghi e dettagliati nei nostri discorsi, l’inglese molto più asciutto… 

Pertanto ti parlerò della mia esperienza da studente nell’approccio con la lingua inglese e ti parlerò anche come Esperta di apprendimento linguistico, per darti alcuni suggerimenti e superare questo enorme ostacolo che limita il tuo apprendimento non permettendoti di raggiungere il tuo obiettivo.

 

Quindi, come smettere di tradurre dall’italiano?

1) Il primo tip non è proprio applicabile a tutti.
Se il tuo livello è principiante tradurre qualcosa sarà inevitabile, lo farai di sicuro, come facevi a scuola: giallo- yellow, bianco- white, praticamente impariamo attraverso la traduzione.

Pensa a quando eri bambino, come hai imparato la vostra prima lingua? La hai imparata attraverso l’osservazione, il sentire, il vedere delle cose, ascoltare .. sentendo dei profumi, facendo delle azioni, assaggiando.

I bimbi iniziano con poco e anno dopo anno allargano il loro lessico.
Ma l’unico modo di assimilare è davvero quello che fanno loro: assimilare guardando, vivendo la lingua.

Perciò vado al punto due che ti farà capire come fare per allargare questa conoscenza lessicale


2) metti da parte, nascondilo, il dizionario bilingue, usa solo e soltanto il monolingua.

Quando vedi degli avverbi, aggettivi che non riesci a capire, prova a comprendere la definizione nella stessa lingua in modo da allenarti pensando in lingua.


3) Ti raccomando di partire parlando ad alta voce in inglese.

Per esempio mentre sono alla guida (lo facevo sempre in fase di apprendimento) descrivo i movimenti che faccio con l’auto.
Oppure faccio i mestieri in casa, cucino e parlo da sola di quello che sto facendo.
Inizierai a notare i tuoi errori soprattutto quando ti senti parlare ad alta voce.

 

4) Una volta che sei a tuo agio a parlare ad alta voce puoi iniziare a pensare
Secondo me il parlare viene prima di pensare, perché è più semplice trovare errori parlando ad alta voce.

Ora, parlare ad alta voce lo fai privatamente, ma pensare puoi farlo ovunque: sul bus, guardando chi ti passa accanto, è un ottimo metodo per ricordare i vocaboli, osservi le cose e provi a tradurle in lingua, se non sai i nomi, segnati su un taccuino.

Guarda il video su come memorizzare i vocaboli
Come memorizzare i vocaboli:
https://youtu.be/Os7AMT5ZtW8

Descrivi le persone, le tue azioni: …nella tua testa crei una vera e propria immersione in lingua.


5) Immersione, parola fondamentale infatti per arrivare al punto 5, la parola che più preferisco per imparare una lingua.

L’immersione è ciò che dovresti fare per tutta l’esperienza del tuo apprendimento e non pensiate che voglia dire solo andare sul posto dove si parla la lingua… prima era così oggi non più.

È qualcosa che puoi fare mentre stai facendo altro, ad esempio io mentre facevo qualcosa che non richiede il 100% della mia concentrazione come cucinare, pulire o mi alleno… ho sempre in sottofondo qualsiasi cosa che mi permette di ascoltare qualcos’altro nello stesso momento in cui lo svolgi, tieni sempre qualcosa acceso in quella lingua in sottofondo.

Ascoltandolo invece concentrandoti su cosa viene detto familiarizzerai con un determinato lessico, differenti vocaboli, ma noterai anche dove hai qualche mancanza .
Se stai ascoltando un programma alla radio esempio moda, politica o altro.

6) L’ultimo punto è farlo ogni giorno, concentratevi sulla frequenza e consistenza.

Io dico sempre ai miei studenti. 20 minuti al giorno non di studio, ma di acquisizione del linguaggio fatti bene sono molto meglio che due ore tutte in un giorno.

Pertanto fai una full immersion, rendendo tutto parte della tua routine di ogni giorno: parla da solo ad alta voce, pensa in lingua ovunque tu sia, rendetelo automatico, a volte io mi perdo e vado avanti un’ora pensando in inglese, poi mi fermo e dico: ‘Ops ! Ho pensato in inglese tutto questo tempo?’


Pratica Pratica e pratica è il vero segreto per smettere di tradurre dall’italiano!

Bye Grace

Condividi su Facebook Twitter LinkedIn Telegram Whatsapp Email

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi gli altri articoli

Christmas words

At Christmas! Cosa dire?
Tutti conosciamo l’augurio natalizio in inglese:
Merry Christmas, e come hai visto nel video delle Silent letters la T qui è muta.
Christmas Eve :
la vigilia di Natale. Qui nella pronuncia /ˌkrɪs.məs ˈiːv/

Kris Kringle, sicuramente non ti dirà nulla, ma se ti dico Santa Claus sicuramente sai chi è!
In altri paesi si chiama: St. Nicholas, e Father Christmas ,
Tra tutti questi nomi il più insidioso da pronunciare Kris Kringle perché ha un suono finale che vi spiegherò come si chiama ghel…e poi sembra uno sciogli lingua…. Kris Kringle

Leggi Tutto l' articolo»

Shadow vs Shade

Oggi ti parlo della differenza tra shade e shadow.
Si fa un po’ di confusione perché per noi, ma anche in altre lingue esiste solo una parola che si usa per entrambe.
Iniziamo con SHADOW: (fare ombra) una area buia dovuta alla presenza di un oggetto che blocca i raggi del sole o di una luce artificiale.
Shade: un’area che non viene toccata dai raggi
del sole o luce.

Shade is uncountable, non puoi dire one SHADE, puoi però dire a SHADOW.
Per riassumere SHADE è più generale, è la parte di area che non viene colpita direttamente dai raggi del sole.

SHADOW, più specifico, la parte scura creata da un oggetto specifico, un albero, un ombrellone.

Quindi se fate un picnic con amici potete
dire:
Let’s sit in the shade!

Ultimo tip di oggi: shades è un’altra parola informale per dire occhiali da sole.. Occhio va con la S alla fine.
Per le signore , l’ombretto per il trucco si dice eye shadow

Leggi Tutto l' articolo»

Customer o client?

Oggi rendiamo chiari questi vocaboli per usarli nel modo corretto.
Soprattutto perché in molte lingue tipo italiano e spagnolo c’è di solito una solaparola.
Perciò good news guys, ci sono delle regole
generali che ci aiutano!

Leggi Tutto l' articolo»

I’m afraid e i suoi significati

Oggi ti propongo un video sui due significati principali della frase

I’M AFRAID

Il primo significato è quello che probabilmente conosci, AFRAID è il sinonimo di SCARED o FRIGHTENED.
Puoi usarlo per dire : I’m afraid da solo o quando hai paura di qualcosa.

ES. I’m afraid of hens but I’m not afraid of spiders… eh si è vero , non ridere, le galline non mi sono molto simpatiche ?

Passiamo all’altro significato per cui viene usato questo termine, in situazioni di dispiacere, per ammorbidire o diminuire gli effetti della spiacevole situazione che si presenta
Di solito si usa come se ci si scusasse di qualcosa.

Leggi Tutto l' articolo»

TO LOSE e i suoi significati

Ieri parlavo con un allievo e mi continuava a ripetere la parola loose (slacciato) che è un aggettvo.

Al posto del verbo perdere che è
to lose con una O.

Ok chiarito questo ci sono diversi usi di lose :
– Lose keys , wallets , credit card

Avere meno di qualcosa ad esempio perdere
peso, interessi o capelli
– Weight
– Interests
– Hair

Leggi Tutto l' articolo»

TO MISS: tre situazioni in cui usare questo verbo

Ci sono 3 situazioni in cui si deve usare to Miss , per dire mancare ad un evento o opportunità:
1) To arrive too late

2) To not attend

3) Miss a class or lesson

4) Miss a deadline

5) Miss an appointment

6) Meeting

7) Party

8) Sport match

9) Concert Did you watch a sport match last night?

No I missed it Miss è usato anche, quando arriviamo tardi a causa di problemi di trasporti: I missed the bus, a flight , a plane, a train.

Ultimo uso di Miss è:

To miss somebody – something I miss my friends, my family, my boyfriend Collocations with miss Miss the point: non aver capito il punto della conversazione

Leggi Tutto l' articolo»

Vuoi Portare il Tuo Inglese al TOP?.

PRENOTA
UNA CALL DI ORIENTAMENTO GRATUITA CON ME
,
O con UN TUTOR del mio team

Per aiutarti a migliorare, grazie a Consigli Personalizzati.
E capire insieme a te qual è la strada più veloce per raggiungere il Livello di Inglese che desideri. .

Compila il Form

VIDEo training Gratuito

Impara l'Inglese
che si Parla Tutti i Giorni
nelle strade, nei Pub, nei negozi.

Quello che si studia a scuola, non lo parla Nessuno.

il videotraining totalmente gratuito.
Formato da 3 video lezioni.

Englishbygrace
by BYG Training Company


C. F./Partita Iva 11043760963

E-mail info@englishbygrace.it – Termini PrivacyCookie Policy

Scroll to Top